I ponti, i lampioni e la Luna

L’altra sera vi è stata la cosiddetta luna blu e così ho pensato di riprendere finalmente la macchina fotografica. Esco tardi dal lavoro e mi affretto con la moto ad arrivare il prima possibile sul Lungotevere. Una volta giunto su Ponte Sisto inizio a guardarmi intorno ma le prime luci dopo il tramonto non mi piacciono perché le nuvole tendono a coprire un po’ il cielo. Ascoltando il Koln Concert di Keith Jarrett faccio una passeggiata ispiratrice lungo le sponde del Tevere e risalgo poi all’altezza dell’Isola Tiberina. Ormai però è tardi e l’ora blu, che tale non è stata, è quasi finita. Con lo sguardo sempre rivolto alla luna cerco di capire come poterla ritrarre considerando la poca luce mia disposizione.

Inizialmente fotografo il tocco simbolico della luce della luna con la statua di San Giovanni di Dio posta sull’ospedale del Fatebenefratelli e poi decido continuare a passeggiare alla ricerca di nuove ispirazioni.

Santa luna

La luna si staglia tra le luci della città, quasi come se fosse essa stessa un lampione sospeso nell’aria.

Lampione sospeso

Da quel momento si accende anche nella mia mente una luce…utilizzare proprio la luce dei lampioni come fonte di luce per le mie foto. La luna ed i lampioni divengono così i soggetti delle mie foto inizialmente sul ponte Palatino e poi sul Ponte Cestio. Per fare questi scatti mi son messo in posizioni “particolari” anche in mezzo alla strada e per fortuna il traffico romano in quel momento non era così eccessivo.

Ho cercato di giocare con distanza tra la luce del lampione e quella della luna immaginando nella mia mente quasi un collegamento diretto tra loro, quasi una specie di strada invisibile che li collegasse.

Luci contrapposte

Vi è stato poi l’omaggio dell’inchino di un lampione alla luna ed alla sua splendente luce.

Inchino alla luna

Inaspettatamente ho ritratto poi le luci “rosse” di un lampione quasi fossero pennellate rosse alla base della luna. Nel vedere questa foto ho pensato ad un cielo nero e ad un mare nero in cui la luna brilla in alto ed il suo riflesso stranamente rosso colora quel mare nero….ho pensato al Mar Mediterraneo ed al sangue innocente che purtroppo si diffonde sopra.

Luna e scia rossa su un mare nero

Infine il mio ultimo scatto, il mio ultimo omaggio a quella luna che doveva essere “blu” ma che una luce “rossa”, quasi come se fosse quella di un braciere, scalda la luna in alto nel cielo.

Braciere di luna

Aspettando la superluna di settembre ritorno quindi a camminare sul Lungotevere ascoltando questa volta un po’ di rock con il sorriso di chi si è divertito ed è rimasto soddisfatto delle sensazioni provate.

 

4 pensieri su “I ponti, i lampioni e la Luna

  1. “luna dai riflessi rossi” è l’unica che salvo ma mi piace moltissimo. Trovo attraente il contrasto fra la definizione ed il colore della Luna con l’indeterminazione astratta ed il colore caldo del rosso-giallo; il tutto annegato ed isolato nello “spazio negativo” della notte. Insomma: ai miei occhi è una immagine che spacca!

    • Grazie Max…se quella sera son rientrato a casa ascoltando del buon rock è proprio per quella foto. Quando l’ho vista nello schermo della macchina fotografica avevo capito di aver realizzato una foto di cui sarei stato molto contento. Anche delle altre sono soddisfatto ma di quella lo sono in particolar modo.

  2. Sono foto davvero suggestive. E’ bello vedere fotografata la mia Roma quando si mostra così bella naturalmente. Bravo tu a saper dare luce a questa bellezza! Un sorriso. Lila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...